Sostituti del burro? Ne esistono ben 12

Ti sei mai chiesto/a perchè il burro faccia così male?

Il burro è fatto per l’80% di grassi. Un’elevata assunzione può causare problemi cardiovascolari e aumentare il colesterolo.

Per questo motivo, sempre più spesso, vengono fatte ricerche sui possibili sostituti del burro.

Rinunciare al burro? Si può.

Esistono in natura almeno 12 alimenti in grado di sostituirlo. Alimenti di facile reperimento e semplici da preparare.

Noi per esempio ne siamo intolleranti, e i sostituti del burro ci hanno permesso di non rinunciare a torte e crostate.

Attenzione, anche le alternative al burro sono altamente caloriche, ma a differenza dello stesso, contengono grassi “buoni”, fanno ingrassare, ma non mettono in pericolo la salute (se non esageri).

sostitutivi del burro

Quali sono i sostituti naturali del burro?

Olio di cocco

L’olio di cocco, se consumato con moderazione, può sostituire egregiamente il burro.

Burro di karitè

L’avrete sicuramente usato sulla vostra pelle poichè in grado di rigenerarla e renderla morbida al tatto. Ma oltre ad essere usato come componente nelle creme, il burro di karitè, può essere inserito all’interno delle vostre ricette come sostitutivo del burro. E ‘commestibile e pieno di antiossidanti, acidi grassi essenziali e vitamina E.

Assicurati di acquistare versioni pure e non raffinate, e comprane piccole quantità, questo perchè potrebbe andare a male in tempi abbastanza rapidi.

Burro di cacao

Il burro di cacao è un’altra alternativa al burro ed è considerata ricca di grassi sani. È usato per fare il cioccolato ed è ricco di antiossidanti e polifenoli. Come già detto tantissime volte, i polifenoli, contribuiscono alla salute dell’intero sistema cardiovascolare.

Oltre ad essere un ottimo sostituto del burro, aiuta a migliorare il sistema immunitario e riduce la possibilità di infiammazioni. Come detto in precedenza per il burro di karitè, assicuratevi di acquistarlo puro.

Avocado

L’avocado è sempre più popolare sulle nostre tavole. Inizia a trovarsi facilmente in tutti i supermercati. Ciò è dovuto soprattutto al consumo sempre maggiore per via delle sue proprietà. L’avocado diventa un ottimo sostituto del burro quando è maturo, per capirci, quando inizia ad immorbidirsi ed è lavorabile con le mani.

Studi recenti hanno dimostrato che l’assunzione di avocado rallenta la creazione di cellule tumorali.

sostitutivi del burro - avocado

Hummus

L’hummus è una salsa a base di pasta di ceci e pasta di semi di sesamo aromatizzata con olio di oliva, aglio, succo di limone e paprica, semi di cumino in polvere e prezzemolo finemente tritato (wikipedia).

Già l’insieme di questi elementi ti dovrebbero stuzzicare l’appetito. Contiene tonnellate di fibre, proteine, vitamina B6 e tanti altri nutrienti. È un ottimo per farcire verdure saltate, uova, verdure miste o come un pinzimonio per la verdura cruda.

Olio d’oliva

Beh, è forse il sostituto del burro più semplice da avere in casa. Chi non ne ha?

L’olio extravergine di oliva è ottimo per condire il pane. Fornisce un aiuto concreto sugli stati infiammatori, migliora il sistema immunitario e riduce il rischio di malattie cardiache.

Ma attenzione. Non tutti gli oli extravergine che trovate in commercio fanno bene. Quando l’olio costa meno di 8-9 Euro, quasi sicuramente non è extravergine. Quindi il nostro consiglio è quello di fare un’attenta ricerca dell’olio che acquistate. Per stare maggiormente sicuri, trovate un bel frantoio nella vostra città o andate da un contadino ad acquistare l’olio.

Succo di mela

Il succo di mela è ottimo da utilizzare durante la cottura dei tuoi alimenti. Contiene tanta fibra, vitamina C e rende gli alimenti dolci senza esagerare. In commercio potete trovare ottimi succhi, evitate quelli ricchi di zuccheri. Oltre a contenere una piccola percentuale di mela, può essere più grasso del burro.

Yogurt senza lattosio

Il boom delle intolleranze alimentari stanno portando all’uso di tantissime alternative al latte. Latte di mandorla, di soia, di avena o di riso, sono solo alcune delle possibilità che hai per sostituire il lattosio. In alcuni casi, il latte senza lattosio, apporta un maggior numero di proteine all’organismo, utili per una salute di ferro!

Attenzione, il boom dell’uso di alternative al latte hanno anche aumentato il rischio di assumere bevande estremamente zuccherate. Fate quindi attenzione alle etichette.

Brodo vegetale o animale

Il brodo può aiutare a mantenere gli alimenti succosi e teneri, aggiungendo deliziosi sapori e sostanze nutritive. Migliorano la digestione, l’artrite e la cellulite, rafforzando il sistema immunitario.

Quando avete residui di pollo e altre carni, o verdure, fateci un bel brodo, è un ottimo sostitutivo del condimento dato dal burro.

Burro di noce

Il burro di noci, come il burro di mandorle, burro di avena e il burro di arachidi, sono ottimi per condire verdura fresca e cruda, come carote o bastoncini di sedano. Ma il loro sapore dolce va d’accordo anche con la frutta, come la banana. Contengono vitamine, ferro e magnesio, elementi utilissimi per la salute.

Attenzione alle quantità. Pensate che due cucchiai di questi alimenti, contengono oltre 180 calorie. Sono buonissimi, ma attenti alla linea e come sempre, alle etichette.

Zucca

Hai mai pensato che un tritato di zucca possa essere un ottimo condimento? Il suo sapore dolciastro accompagna alimenti dolci e salati. Contiene nutrienti come la vitamina K, il potassio e fibre. Una tazza di purea di zucca sostituisce quasi 150-200 gr di burro.

sostitutivi del burro - zucca

Lievito nutrizionale

Ne hai mai sentito parlare? Ad essere sinceri nemmeno noi (giuriamo di provarlo prestissimo).

Il lievito nutrizionale è un lievito alimentare ricco di proteine, vitamine, minerali, antiossidanti ​​e altri nutrienti. Con un sapore simile a quello del formaggio, viene inserito nell’alimentazione vegana in sostituzione dei prodotti derivati dal latte.

Si tratta di un lievito inattivo realizzato in canna da zucchero e melassa di barbabietola.

Quali sono i vantaggi di sostituire il burro?

Come noi, tantissime persone sono intolleranti al lattosio, per questo motivo il principale vantaggio è quello di ridurre le intolleranze. La maggior parte delle intolleranze è data dalla presenza di caseina che, seppur in piccole percentuali, è presente nel burro. Tra le reazioni più comuni ci possono essere:

  • orticaria
  • eruzioni cutanee
  • respiro affannoso
  • dolore
  • gonfiore addominale
  • vomito

I prodotti privi di lattosio riducono il rischio di malattie cardiache. Alcuni recenti studi hanno evidenziato un rapporto tra le malattie cardiovascolari e il consumo di prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di grassi, come il burro appunto. Anche se non tutti sono concordi su questo aspetto. In definitiva, se assunti con moderazione, tutti i sostitutivi del burro possono apportare all’organismo maggiori micronutrienti rispetto allo stesso.

Un buon sostitutivo del burro migliora la situazione degli intolleranti. L’intolleranza al burro comporta anche una maggiore difficoltà ad assorbire gli zuccheri dei prodotti lattiero-caseari. Questo accade perchè l’intestino delle persone interessate non produce abbastanza enzimi in grado di digerirlo. Pensate che sono circa il 75% le persone nel mondo che hanno difficoltà a digerire il lattosio.

Gonfiore, crampi, diarrea, gas o nausea sono solo alcuni dei sintomi che si possono notare a seguito di questo tipo di intolleranza.

Cucinare senza latticini è possibile. Anche se può comportare alla rinuncia di alimenti buonissimi come formaggio (non di pecora), burro e tanto altro, evitare il lattosio può migliorare notevolmente la salute.

Provare non ti costa nulla. Poi ci dirai come è andata.

Dove si possono trovare i sostituti del burro?

La maggior parte dei sostitutivi del burro si trovano nei supermercati, ma una più ampia scelta si ha sicuramente in un negozio specializzato in alimenti biologici. Il mercato online offre tantissime possibilità valide e certificate bio al 100%.

Sostituti del burro, le controindicazioni

Non esistono alimenti senza controindicazioni. Per i sostitutivi del burro la controindicazione più rilevante (forse l’unica) è la quantità di grassi in essi contenuti. Quindi è sempre necessario mangiarli con moderazione, come del resto, tutte le cose.

 

Sostituti del burro? Ne esistono ben 12 ultima modifica: 2017-07-24T17:23:17+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *