Sapone di Aleppo. Cos’è e come farlo in casa

Il sapone di Aleppo, non è un semplice sapone.

“Eh si, cosa vuoi che sia? Un sapone non potrà migliorarci la vita”

La pensavamo così anche noi, ma come spesso diciamo, per la salute sono fondamentali le piccole cose, non serve usare un prodotto una volta per curarsi o per migliorare una situazione. Avere una salute di ferro vuol dire curare i nostri modi di fare con costanza.

Beh si, qualche sgarro è sempre concesso, ma l’importante è avere coscienza che tutto ciò che facciamo o che mangiamo, alla fine ricade sulla nostra salute e sul nostro benessere.

Ma dopo tutto questa pappardella, ciò di cui parleremo è il sapone di Aleppo.

Ricordatevi sempre che se il sapone fa molta schiuma, vuol dire che non ha
alcuna proprietà benefica,
se non quella di profumare. 

Se abitualmente usate saponi bio, saprete meglio di noi che la schiuma che essi generano è quasi nulla.

Il sapone di Aleppo ha origini antichissime, si dice infatti che sia il primo sapone utilizzato dall’uomo. Il suo sapone è famoso per le sue qualità e per il contesto storico che ricopre. Ancora oggi i suoi metodi di creazione sono gli stessi di migliaia di anni fa.

Di cosa è composto il sapone di Aleppo?

Considerato uno dei saponi più puri, quello di Aleppo, è anche uno di quelli contenenti più ingredienti naturali. E’ composto di:

  • olio d’oliva
  • olio di alloro
  • idrossido di sodio
  • acqua

In alcuni casi contiene anche miele, oli essenziali puri, terra rossa, sali del Mar Morto e olio di Argan.

Come potete facilmente intuire è un prodotto naturalissimo e si trova puro solo nei territori siriani, ormai noti per ben altre cose.

Il sapone di Aleppo viene bollito con olio d’oliva e di alloro, a quantità variabile a seconda della sua formulazione. Maggiore è il contenuto di olio di alloro, maggiore saranno il suo costo e la sua purezza. Non contiene alcun colorante artificiale, non vengono usate fragranze per dargli sapore, nessun uso di parabeni e nessun grasso animale. Per questo è uno dei saponi migliori per la nostra pelle.

A creazione avvenuta i saponi vengono conservati e lasciati asciugare per oltre 6 mesi, processo in cui il sapone si indurisce, cambia colore e passa da un verde oliva ad un color oro intenso.

Sapone di Aleppo

Il sapone di Aleppo, grazie alla suo formulazione è delicato sulla pelle, idratante e naturalmente buono per la pelle, tanto che può essere usato su qualsiasi tipo di pelle, dal neonato all’anziano, dal cane al gatto. Insomma va bene per tutti.

Non secca la pelle, ha tantissime proprietà disinfettanti, rigenera e purifica tutta la cute.

Il suo utilizzo può aiutare contro:

  • dermatite
  • eczema
  • psoriasi
  • dermatite batterica
  • acne
  • herpes
  • rosacea
  • perdita di capelli
  • migliorare la pelle a seguito di malattie o bruciature

Le sue qualità sono dovute all’alto contenuto di olio d’oliva, ricca di vitamina E e di polifenoli, potentissimi agenti antiossidanti. Mentre l’olio di alloro lo rende un formidabile antisettico.

Tonifica, stimola e rende la pelle luminosa. E’ uno dei prodotti migliori contro macchie e brufoli.

Lavarsi con sapone di Aleppo, non è solo una scelta saggia, ma è anche una delle migliori scelte per la salute della vostra pelle.

Si…. Ma quanto costa?

Grazie alla sua concentrazione il sapone di Aleppo può durare per mesi, e può sostituire:

  • shampoo
  • balsamo
  • sapone viso
  • sapone per il corpo
  • sapone per la rasatura

Sul mercato ci sono tantissimi prodotti a base di sapone di Aleppo, e non è difficile trovarlo solido o liquido. Il modo migliore per acquistare il sapone di Aleppo è la rete, internet. Se accettate il nostro consiglio, a fine articolo vi lasceremo il link per acquistarlo immediatamente. 

Quello vero viene dalla Siria!

Il sapone di Aleppo a cosa serve?

Non ti è bastato ciò che abbiamo scritto? Oltre a quello di cui abbiamo già parlato, il sapone può servire per:

  • lavare e detergere le mani. E’ un sapone dai mille usi, a casa o in viaggio, è sempre bene averlo con se
  • lavare i neonati o curare l’igiene intima. Preferitelo a basso contenuto di olio di alloro per avere un sapone perfetto per pelli sensibili
  • pulizia del volto. Lavate il viso con il sapone di Aleppo almeno una volta al giorno lasciandolo agire un minuto, oltre a detergere la ripulirà da tutte le scorie della vita moderna
  • lavare i vostri capelli. Oltre a regolare il sebo vi permetterà di avere capelli meno grassi e appesantiti. Avrete capelli più lucidi, puliti e corposi
  • depilarvi. La schiuma creata dal sapone può diventare un’ottima schiuma da barba o per una delicata rasatura

Ma c’è una buona notizia se volete provarlo…..

Come fare il sapone di aleppo in casa?

Si, si può fare tranquillamente a casa seguendo questa procedura.

Passaggio 1: quando fate il sapone è necessario fare attenzione. Indossate sempre occhiali di sicurezza, guanti e maglie a maniche lunghe, e quando pesate l’acqua distillata assicuratevi che il recipiente resista ad alto calore.

Gli ingredienti possono essere:

120 gr di olio extravergine di oliva (circa l’80% del composto)
30 gr di olio di alloro
20 gr di lisciva
30 gr di acqua distillata

Le misurazioni sono in grammi perché è più sicuro usare una bilancia per pesare tutti gli ingredienti.

Dopo aver pesato la lisciva, versatela in acqua. Mescolate per bene controllando che la lisciva si sciolga completamente. Meglio evitare di respirare il composto, usate una mascherina o fatelo vicino ad una finestra aperta. Mettete ora sul fuoco la miscela fino alla sua ebollizione. Lasciatela poi raffreddare per circa 40 minuti.

Passaggio 2: Pesate gli oli e scaldateli a fuoco leggero in un padellino. Dovete scaldarlo per qualche minuto, non deve bollire.

Passaggio 3: Siamo pronti per unire i due composti. Indossati i guanti, occhiali e una maglia con maniche lunghe, versate la lisciva negli oli. Se non avete voglia di mescolare a mano, potete usare anche un frullatore a bassa velocità, o un cucchiaio di legno rubato alla cucina.

Passaggio 4: Mescolate fino a che il composto non prenderà la consistenza del pongo. A questo punto prendete le formine da spiaggia dei vostri figli e riempitele con il sapone. Coprite tutto con un cartone abbastanza spesso da non far filtrare la luce. Se il lavoro viene fatto in cantina o in un luogo particolarmente fresco, coprite le forme con una coperta.

Passaggio 5: Lasciate il sapone per 24-48 ore nello stampo. Dopo di che dovrete lasciarlo al fresco per almeno 6 settimane, per far in modo che il sapone si indurisca.

Maggiore lo lascerete riposare, maggiori saranno le sue qualità.

Sapone di Aleppo fatto in casa

Voglia di sapone liquido? Nessun problema

Come sciogliere il sapone di Aleppo?

Per creare un buonissimo sapone liquido vi basterà avere:

  • acqua calda
  • scaglie di sapone

Il rapporto è sempre 6 a 1. Per esempio 1 kg di sapone per 6 di acqua.

Fatelo bollire per circa un quarto d’ora, assicurandovi che tutte le scaglie del sapone si siano sciolte, e lasciatelo raffreddare. La sua consistenza sarà la stessa dei saponi liquidi che trovate in commercio.

Creare il sapone liquido è molto semplice, per questo vi consigliamo di acquistare il sapone in uno stato solido. Oltre ad avere maggiori garanzie sulla qualità, avrete anche certezza dei composti inseriti al suo interno.

Non hai tempo e voglia di farlo? Noi lo abbiamo acquistato da qui…

E’ qualche mese che utilizziamo il sapone di Aleppo, e non finisce mai, davvero!

Se non sapete quale scegliere guardate QUI e scegliete quello a voi più congeniale, e ricordate, maggiore è la quantità di alloro, maggiore sarà la sua purezza.

E se volete un ottimo sapone intimo, preferitelo con percentuali di olio d’oliva maggiori.

 

 

Sapone di Aleppo. Cos’è e come farlo in casa ultima modifica: 2017-05-03T18:32:33+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *