Quinoa: il cibo sostenibile

Originaria del Sud America, la quinoa (Chenopodium quinoa), è una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopidacee, priva di glutine e ricca di proteine, carboidrati e fibre. Per via del suo alto contenuto di amido, viene spesso considerata un cereale ma ne rappresenta in realtà una valida alternativa per tutti coloro che debbano in qualche modo variare, integrare o sostituire una dieta a base di cereali e o glutine.

pianta_quinoa

I suoi semi sono infatti un’ottima alternativa a pasta e cereali e se ne possono ricavare farina o semi soffiati sostituendola come ingrediente in primi e secondo piatti e, con un po’ di fantasia, è ottima anche per preparare dolci e contorni.

Non appartenendo alla famiglia delle graminacee, imparentata invece con gli spinaci (le sue foglie, dal sapore molto simile a quello degli spinaci, si prestano anch’esse a gustose ricette) con i suoi semi privi di glutine, la quinoa, ci permette non solo di sbizzarrirci in cucina ma di apportare fondamentali nutrienti alla nostra dieta in modo sano, digeribile e pratico vista la sua versatilità, più di quanto farebbero i normali cereali.  Non bisogna dimenticare infatti quali importanti modifiche, con conseguente  perdita d nutrienti, vengano oggi apportate ai cereali e alle farine durante la loro lavorazione.

quinoa-1-1Ottima alternativa non solo per celiaci e intolleranti al glutine, la quinoa e i suoi derivati sono ottimi anche da integrare nelle diete vegetariana e vegana. Le proteine infatti sono un altro importante  e caratterizzante elemento della quinoa che, a differenza dei cereali, contiene tutti gli amminoacidi essenziali di cui il nostro corpo ha bisogno.  Sia proteine che carboidrati sono infatti contenuti nella quinoa in misura bilanciata. 100 grammi di quinoa cotta contengono quasi 5 grammi di proteine, proteine vegetali e sane, rispetto a 21 grammi di carboidrati composti da amido e da fibre vegetali, utili per favorire il regolare funzionamento dell’intestino

Composta da  lisina e metionina, due aminoacidi essenziali, aiuta quindi il buon funzionamento dell’organismo favorendo il metabolismo dell’insulina. Non mancano neanche vitamine e minerali, vitamina C ed E e minerali quali il magnesio, calcio ed antiossidanti che la rendono ancora più completa.21407

La quinoa, povera di grassi,  non contiene colesterolo ed è un alimento mediamente calorico,  energizzante, saziante, leggero e digeribile.

Col suo indice glicemico basso, d’aiuto quindi per controllare il diabete, aiuta a migliorare il metabolismo.

La quinoa contiene saponine una sostanza che le conferisce un gusto amaro se non risciacquata bene prima della cottura; cottura che deve essere prolungata per favorirne la digeribilità.

Detto questo non dimentichiamoci della sostenibilità. Fondamentale è infatti l’attenzione da prestare durante l’acquisto del prodotto (così come dovrebbe essere per qualsiasi prodotto).

Scegliere bio, equo solidale e sostenibile è una scelta giusta non solo per noi ma per tutti i popoli e le biodiversità che il nostro occhio non vedere. Il biologico è un gesto d’amore verso il nostro organismo mentre il solidale e il sostenibile, un grande gesto d’amore per quell’immenso organismo che è il nostro pianeta.

A questo proposito ci teniamo a segnalarvi un sito del quale siamo venuti a conoscenza da poco e che ha subito destato la nostra curiosità in quanto ha deciso di improntare tutta la sua filosofia sulla sostenibilità.

Un progetto a nostro avviso bellissimo che ci riporta finalmente alle origini, al cibo vero, al cibo sano e a Km 0, infatti meno22percento.it ha lo scopo di creare un filo diretto tra i tanti produttori di prodotti tipici italiani e il consumatore finale garantendo la massima qualità con un sistema eco-sostenibile.

Quinoa: il cibo sostenibile ultima modifica: 2016-06-14T12:25:49+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *