Punto da un’ape? 7 Rimedi naturali per star subito meglio!

Con l’arrivo della primavera tutti quanti non vediamo l’ora di uscire all’aperto, ma ciò comporta anche un rischio maggiore di essere punti dagli insetti. Le api sono preziose, ma se infastidite o in pericolo, possono pungere e provocare parecchio fastidio.

puntura d'ape - rimedi naturali

Come sicuramente saprete la puntura delle api si differenzia dalla puntura di una vespa. La differenza seppur minima risiede nella composizione delle punture di questi piccoli insetti. Oltre ai rimedi naturali che tratteremo tra poche righe, esistono precauzioni in grado di alleviare in tempi brevissimi il dolore.

Come riconoscere la puntura di un ape?

Non è semplice capire, ad occhio, quali siano le vere differenze tra ape e vespa. Ma esiste una differenza sostanziale per quanto riguarda le punture. L’ape quando punge, lascia con il dolore, anche il pungiglione, che la porterà poi alla morte. La vespa, al contrario, ha un pungiglione molto più solido che difficilmente rilascerà con la puntura.

Qualora veniste punti da un ape, è fondamentale togliere il pungiglione, questo permetterà al dolore di alleviarsi in tempi brevissimi. Ma attenzione a farlo con la dovuta cautela, utilizzando pinzette disinfettate, stando attenti a non permettere ad altro veleno di entrare nella ferita.

E’ vero, una puntura d’ape non ha mai ucciso nessuno, ma spesso si scopre di essere allergici alle punture proprio quando si è punti, e ciò comporta notevoli rischi. I metodi naturali e casalinghi sono da evitare se siete allergici alle punture d’ape.

Le reazioni allergiche possono includere difficoltà respiratorie, giramenti di testa e altri sintomi riconducibili ad un’allergia. Quindi, se oltre ad un gonfiore e al fastidio della puntura, doveste riscontrare altri sintomi non aspettate, e andate subito in un pronto soccorso.

Parliamo di dati…..

  • Nel mondo esistono oltre 20.000 specie di ape;
  • Solo le api femmine possono pungere, questo perché il veleno viene creato dagli organi riproduttivi;
  • La puntura d’ape è più probabile se il vostro hobby o lavoro viene spesso a contatto con gli esserini gialli, le api sono pacifiche se non si sentono in pericolo;
  • Le persone allergiche ad oggi sono circa il 3%, e solo lo 0.8% rischiano davvero la morte per la puntura;
  • Le api quando pungono muoiono perché al pungiglione rimangono attaccati gli organi interni (è un discorso cruento, ma è così);

Quali sono i sintomi di una puntura d’ape?

Quando l’ape punge, oltre al pungiglione, viene rilasciata una tossina velenosa, la causa poi di sintomi fastidiosi. Quasi tutti i sintomi sono circoscritti alla zona della puntura, gonfiore, dolore, arrossamento e prurito.

Puntura d’ape, tutti i rimedi naturali

Partiamo da questo presupposto, quasi tutte le punture d’ape possono essere tranquillamente curate in casa. Se non si sviluppano reazioni allergiche ti basteranno pochi e semplici ingredienti naturali per alleviare il dolore e il rigonfiamento.

Cosa fare dopo puntura ape

Quindi…. Cosa fare dopo la puntura di un’ape?

Prima di ogni operazione è necessario:

  • rimuovere il pungiglione
  • disinfettare l’area interessata

A questo punto non è necessario che ti faccia pungere per sperimentare i rimedi naturali, ma ti basterà salvare l’articolo e conservarlo come fosse un bugiardino di una medicina 😀

1. Bicarbonato di sodio e acqua

Il bicarbonato lo potete usare per tantissime cose, tra le quali anche alleviare le punture d’ape. Lo potete usare per sostituire un antistaminico o le classiche creme. Ti basterà impastare un cucchiaino di bicarbonato con acqua tiepida e applicare il tutto sulla puntura. Funziona benissimo anche per le punture di vespa.

2. Ghiaccio

In estate tutti abbiamo nel freezer un cubetto di ghiaccio, ma invece che utilizzarlo per rinfrescare una bevanda, la dovrai utilizzare sulla puntura. Il ghiaccio agirà immediatamente per contrastare l’infiammazione e il prurito, ma non solo, grazie ad alcune reazioni chimiche permetterà al veleno d’ape di uscire dalla puntura.

3. Aceto di mele

Un altro grandissimo rimedio naturale per le punture d’api è l’aceto di mele. L’aceto di mele, applicato sulla zona interessata dalla puntura, ti aiuterà a neutralizzare il veleno dell’ape e di conseguenza a calmare prurito e dolore. Utilizzate un batuffolo di cotone con qualche goccia di aceto applicato sulla puntura per avere un immediato effetto lenitivo. Ti basteranno pochi minuti per stare molto meglio.

4. Miele

Avete mai pensato al miele come soluzione per le punture d’insetto? Oltre ad alleviare il dolore e il prurito, il miele, può aiutarti a neutralizzare l’effetto del veleno d’ape, prevenendo le infezioni. Qualsiasi tipo di miele può andar bene, ma minori sono i trattamenti, maggiori saranno i benefici del suo utilizzo. Quando appoggiate il miele alla puntura, il glucosio di cui il miele è ricco, agisce da barriera protettiva contro tutti i batteri che possono infettare la ferita. È possibile farlo più volte al giorno a seconda delle necessità e del fastidio che la puntura ti causa.

5. Carbone attivo

E’ forse il metodo “casalingo” più difficile, ma sempre più spesso in casa si può trovare il carbone attivo. Potete mischiare una piccola quantità di carbone attivo con l’acqua per creare una pasta ottima da applicare sulla puntura. Il carbone ti aiuterà ad eliminare tutte le tracce di veleno, garantendoti sollievo e lo sgonfiamento della zona colpita dalla puntura.

6. Amamelide

L’amamelide è una pianta dalle incredibile proprietà. Oltre a lenire quasi tutti i problemi infiammatori della pelle (brufoli, punture di zanzare, ecc) fornisce un ottimo rimedio naturale contro le punture delle api. Potete trovarla in erboristeria o nei negozi specializzati. Nei prossimi giorni scriveremo qualcosa di più dettagliato sui suoi benefici terapeutici.

7. Tutti a braccia in su!

Il punto più comune per una puntura d’ape o di insetto sono le mani. Ciò che favorisce il fastidio e l’aumento del gonfiore è la circolazione del sangue. Per lenire e diminuire la possibilità di infiammazione tieni per qualche minuti il braccio alzato, diminuendo l’afflusso di sangue ti garantirai un minor dolore (abbiamo detto qualche minuto, se ti avvicini alla cancrena è ora di tirarlo giù)

Tutti i sistemi naturali di cui abbiamo parlato ti permetteranno di disinfettare la puntura d’ape, diminuendo la possibilità di infiammazione o infezioni. Anche se sono sistemi naturali, alcuni componenti possono causare reazioni allergiche, quindi è bene operare con cautela, constatando ad occhio quali possono essere le reazioni della vostra pelle.

Non trascurate i sintomi allergici quali:

  • gonfiore delle aree respiratorie quali gola e lingua
  • orticaria ed eccessivo gonfiore
  • senso di costrizione toracica o difficoltà a respirare
  • debolezza improvvisa
  • aumento del battito cardiaco
  • diminuzione della pressione e giramenti di testa
  • spasmi
  • dolori addominali
  • vomito
  • diarrea

Se dovessero comparire questi sintomi è IMPORTANTISSIMO contattare un medico o recarsi al pronto soccorso più vicino. La reazione allergica alle punture d’ape si chiama in gergo anafilassi. Ciò può causare shock, perdita di coscienza, fino alla morte (solo in casi eccezionali).

Non preoccuparti troppo, come dicevamo prima, i casi di allergia alle punture è rarissimo, e nel 99% dei casi ti basterà seguire i nostri consigli per alleviare il dolore.

Punto da un’ape? 7 Rimedi naturali per star subito meglio! ultima modifica: 2017-05-08T18:07:57+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *