Il peperone. L’assicurazione su vista e cervello

A quanti sarà capitato di mal digerire i peperoni?

C’è una spiegazione a tutto questo. Il peperone risulta meno digeribile rispetto ad altri alimenti poiché contiene  una alta quantità di cellulosa, utile al nostro organismo ma SOLO in piccole quantità. La cellulosa risulta difficile da smaltire dai succhi gastrici, arrivando quasi intatta nell’intestino. Per digerirlo al meglio è sufficiente eliminare la buccia e i suoi semini. 

Ma l’essere poco digeribile non è la sua unica peculiarità.

Sapete quali sono tutti i benefici che il peperone apporta all’organismo?

Arrivato in Europa dall’America Latina, il peperone è uno dei vegetali più salutari. Ne esistono di dolci e piccanti.

E’ l’ortaggio più ricco di Vitamina C, è quindi un grandissimo antiossidante e antinfiammatorio. Contiene un polifenolo molto importante per il nostro organismo, la luteolina, ottimo alleato delle attività cerebrali e memoria.

Potete mangiarne in quantità, poiché povero di calorie, solo 22 per etto. Meglio preferirlo crudo e ben maturo, poiché in grado di rifornire il corpo di Vitamina A (che aiuta a mantenervi giovani), di calcio, fosforo e potassio. Quindi oltre a pensare al cervello aiuta il corpo a mantenersi pulito.

Contiene anche Vitamina B6 e magnesio, capace di farvi stare tranquilli e di mantenere i muscoli rilassati.

E’ una delle verdure che vantano il maggior numero di varietà di colori. Rossi, gialli o verdi sono le versioni dolci.

Ma cosa cambia consumarli di colori differenti?

  • Peperone giallo: ricco di flavonoidi e dal grande potere antiossidante. Anche grazie alla vitamina C contrasta la formazione dei radicali liberi, mantenendo elastica la pelle e rendendola più giovane.
  • Peperone rosso: ricco di vitamina A, che protegge cute, intestino e polmoni. Proteggono anche vene e capillari.
  • Peperone verde: il colore è dato dalla ricchezza di clorofilla. Vengono raccolti prima della naturale maturazione, per questo mantengono il colore. Sono i più pesanti per la digestione, ma sono quelli con capacità diuretiche migliori.

Sapete che ne esistono anche di diverso formato?

Quadrato, a “corno di toro”, il “lungo di Nocera”, il peperoncino di Cajenna, sono solo alcune delle forme più conosciute.

peperone-quadrato-giallo 260A peperoni_corno_di_toro_rosso cayenne-pepper

Ma ATTENZIONE a come li scegliete. Se il suo peso è poco rilevante significa che è vecchio!
Per sceglierlo al meglio 
toccategli il gambo. Più è attaccato più è fresco. Quelli più brillanti sono i migliori, più ricchi di antiossidanti.

SCEGLIETE L’AGRICOLTURA BIOLOGICA

Il peperone è uno degli ortaggi più “contraffatti” e ricchi di pesticidi. FATE ATTENZIONE.

Un recente studio sugli effetti benefici del peperone indica una riduzione del rischio di contrarre alcune forme di tumore.

Giallo, rosso o verde non fa differenza. Aggiungere nella propria alimentazione il peperone non può far altro che bene, soprattutto per mantenere un alimentazione bilanciata ricca di proprietà.

E pazienza se ogni tanto rimarranno sullo stomaco 😉

Il peperone. L’assicurazione su vista e cervello ultima modifica: 2016-09-03T08:29:10+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *