Nutella sì o nutella no?

In questi giorni si è sentito spesso parlare di Nutella. In parte perché alcuni test la definisco più sana rispetto alle creme spalmabili bio che si trovano in commercio, ma soprattutto si è polemizzato sull’uso dell’olio di palma, difeso a spada tratta dalla Ferrero.

Ma l’olio di palma, fa davvero male o, come alcuni dicono, è solo una demonizzazione ad-hoc?

Sulla rete si trovano mille articoli che parlano di olio di palma, alcuni lo difendono, altri lo criticano perché fa male alla salute.

Ma chi ha davvero ragione?

Di certo non siamo noi a poterlo giudicare, ma abbiamo cercato di andare a fondo alla questione, non limitandoci a leggere i primi articoli che si trovano in rete.

Partiamo dal principio…

L’olio di palma è un olio NON idrogenato che si ricava dalla palma. La pianta originaria dell’Africa viene coltivata in Malesia e Indonesia. Quello che viene utilizzato nell’industria alimentare si dice raffinato.

Le aziende lo preferiscono ad altri oli perché:

  • resiste ad elevate temperature. A differenza di altri oli che si deteriorano velocemente se esposti al calore, l’olio di palma grazie alle caratteristiche dei luoghi in cui cresce la palma, resiste al calore e all’esposizione solare in maniera molto efficace, senza perdere le sue qualità;
  • durante la cottura raggiunge il suo punto di fumo a temperature molto elevate, è quindi ideale per la cottura dei cibi;
  • è molto economico;
  • è più digeribile rispetto ad altri oli poiché contiene acidi grassi a media catena che attraversano l’intestino più facilmente.

Perché l’olio di palma fa male alla salute?

Esistono diversi studi sull’olio di palma e su suoi effetti. Non esistono prove scientifiche che dimostrano faccia male. Chi lo definisce “non salutare” lo fa principalmente per l’elevato numero di acidi grassi saturi, principale causa di colesterolo ematico e problemi cardiovascolari. Chi pensa invece sia “salutare” valorizza i suoi alticontenuti di vitamina E e carotenoidi.

olio-di-palma-fa-male

Facciamo chiarezza…

In rete si trovano tantissime informazioni a riguardo. Quando si parla di olio di palma grezzo si parla di un olio senza lavorazioni industriali, che non rappresenta alcun pericolo per il nostro organismo. Quello di cui si parla sempre più spesso è l’olio di palma raffinato, usato in tutte le produzioni industriali, che una volta lavorato perde tutte le sue qualità e proprietà.

E quindi, che si fa?

Il nostro consiglio è di evitarlo, ma non demonizzarlo. I grandi distributori, presi ormai dalla mania dell’olio di palma stanno ripulendo i loro scaffali da prodotti contenenti olio di palma. Fanno bene? Probabilmente si.

Un recente studio ha infatti dimostrato quando l’uso di olio di palma raffinato sia altamente cancerogeno nonché tossico per l’organismo.

Ma torniamo all’altra notizia riguardante la Nutella…

Da alcuni mesi, oltre a demonizzarla per l’uso dell’olio di palma, la nutella viene demonizzata perchè pare faccia più male rispetto alle creme spalmabili bio. Quello che però nessuno si aspettava è uno studio recente, fatto in Germania, dal quale esce un risultato piuttosto inaspettato.

creme-spalmabili

Pare infatti che le creme spalmabili bio facciano più male rispetto alla nutella.

É un dato di fatto, la nutella nella credenza è una vera tentazione, per grandi e piccini. E rinunciarci, è sempre difficile, soprattutto dopo averla consumata per anni. Qualcuno, dopo aver letto notizie catastrofiche sull’uso della nutella ha pensato bene di sostituirla con altre bio, pensando di trasformarsi in un utilizzatore sano e consapevole.

Il test, condotto da un autorevole azienda tedesca ne ha prese in esame ben 21. La nutella ha battuto tutte le dirette concorrenti.

Ma come? Non era frutto del demonio?

Purtroppo non tutto quel che è bio o naturale fa bene.

Analizziamo meglio la sua vittoria

Ecco i parametri presi in considerazione dall’azienda tedesca:

  • Gusto
  • Presenza di elementi tossici
  • Veridicità delle affermazioni promozionali
  • Prezzo
  • Informazioni contenute sulla confezione
  • Profilo nutrizionale

olio-di-palma-ferrero

Oltre ad alcune marche certificate bio, nel test vengono analizzate anche alcune ditte che non utilizzano olio di palma. Olio di palma e certificazione bio sono gli attuali specchietti per le allodole che spingono i consumatori a preferirla alla più amata nutella.

Perchè è meglio la nutella dei prodotti bio?

Il motivo è semplice. Il problema sono le micro-tossine trovate all’interno dei campioni analizzati. Con precisione sono state le aflatossine da muffa, agenti tossici sospettati di avere effetti cancerogeni e mutogeni. Agenti non presenti nella più blasonata nutella. 

L’azienda tedesca mette quindi in discussione la presenza della certificazione BIO poichè non sicura per la salute dei consumatori. Pare infatti che utilizzare oli differente da quello di palma, olio di girasole in quasi tutti i casi, ha però effetti ancor più negativi rispetto al demonizzato palma.

NON SOLO IL BIO

Anche alcune marche a certificato VEGAN vengono messe sul banco degli imputati, anzi, in alcuni casi vengono proprio rintracciate tracce di latte e albume di uovo (non proprio vegane….).

Come tutelarsi?

Il nostro parere personale riguarda soprattutto la presenza di zuccheri. Che sia la nutella o che siano altre creme, bio o no, il vero rischio per la nostra salute viene rappresentato dagli zuccheri. Oltre a condizionare il cervello, mette a rischio la salute del cuore e del nostro fisico (ne abbiamo parlato ampiamente qui).

Preferite la frutta ad uno snack con la crema spalmabile 😉 oltre ad evitare olio di palma, parassiti e muffe, sosterrete la salute del vostro organismo.

Anche se qualche lacrimuccia ripensando alla nutella è lecita….. 😀

 

Nutella sì o nutella no? ultima modifica: 2016-10-29T12:12:32+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *