Il cambio di stagione ti affatica? A tutta uva!

Da poche settimane è finita la vendemmia. Per tutti i cultori del vino è un momento particolare, ricco di emozioni e di speranze (che il vino sia buono). Ma l’uva non è solo vino, è una fonte di buon umore, di idratazione e depurazione.

Sapevate che l’uva è uno dei migliori ricostituenti nel cambio di stagione?

L’estate è una stagione bellissima per tutti noi e passare all’autunno non è sempre facile. Grazie ad un consumo regolare di uva, nel passaggio tra settembre e ottobre, aiuta l’organismo a superare lo shock.

Questo aiuto è dovuto quasi completamente alla presenza di zuccheri facilmente assimilabili di cui è ricca l’uva, glucosio e saccarosio principalmente. Ma l’uva non è solo zuccheri. vite-nella-vigna

Il chicco, dall’acino fino alla buccia, è una fonte incredibile di benefici per il nostro sistema digestivo, combatte i cali fisici dovuti al repentino cambio di temperature, previene i disturbi circolatori e aiuta i reni a disintossicare l’organismo.

L’uva simboleggia l’adattamento. Provate a pensare ai suoi rami, intrecciati e aggrovigliati a qualsiasi superficie e la ricchezza di chicchi che ogni vite produce.

L’uva è ricca di vitamina C, antiossidante e immunostimolante, abile combattente dei radicali liberi. La buccia, la parte dell’uva maggiormente ricca di qualità, è un concentrato di polifenoli, antiossidanti e antinfiammatori naturali. Come già detto in altre circostanze i polifenoli combattono anche l’insorgenza di malattie degenerative e infiammatorie croniche.

L’uva contiene anche il resveratrolo, un fenolo non flavonoide creato dalla pianta per difendersi da agenti patogeni. uvaLo stesso resveratrolo, oltre a migliorare le capacità muscolari e psichiche, aiuta il nostro sistema immunitario contro i virus. Non sono tanti i frutti che possiedono queste capacità.

E’ uno dei frutti più ricchi di zuccheri, ma grazie all’alta percentuale di fibre, ne riduce l’assimilazione, e secondo alcuni studi contrasta e previene il diabete di tipo 2.

 

Sei abituato a buttare via i semini dell’uva? MALE

I semi sono ricchi di amigdalina, un elemento che aiuta a prevenire l’insorgenza del cancro.

Esistono le uve rosse/nere e quelle chiare, con semi o senza, quale scegliere?

Le proprietà dell’uva rossa

L’uva rossa, grazie al resveratrolo, ha una maggiore capacità antiossidante. Consumane in abbondanza se vuoi mantenerti giovane! Oltre al resveratrolo, la quercetina, si dice siano due tra le sostanze migliori per combattere i segni del tempo sulla pelle. Tra le tante proprietà, l’uva rossa aiuta a fluidificare il sangue e a difenderci da funghi e batteri. Ma non è finita qui perchè l’uva rossa è ricca di sali minerali, come zinco, potassio, ferro e calcio.

Le proprietà dell’uva bianca

Le principali differenze stanno nell’effetto diuretico, maggiore in quella chiara, e le capacità antiossidanti, oltre 10 volte maggiore nell’uva rossa, rispetto alla bianca. L’uva bianca inoltre è leggermente più zuccherina.

Se soffrite di diabete o di colite, preferitela senza semi. L’uva uva-da-tavola_ng4risulta meno zuccherata quando non ha al suo interno i semi, e la loro non presenza ne facilita la digestione rispetto ad altre varietà.

Quella chiara, invece, è maggiormente ricca di acqua, oltre all’85%, per questo aumenta l’effetto diuretico e depurativo. Ma attenzione a non consumarne troppa, poichè ha un leggero effetto lassativo.

Scegli quella bio!

L’uva è uno dei frutti più contaminati da pesticidi, si dice intorno al 70%, e sceglierli consapevolmente è importante per la salute. Ma attenzione, anche nelle coltivazioni bio vengono utilizzate sostanze chimiche. Lavarle bene risulta quindi molto importante.

Oltre a permettere la produzione del vino, l’uva, è un ricco ed efficace strumento di salute. Antiage, diuretico, depurativo e ricco di vitamine. Si dice anche che porti fortuna e soldi se consumata l’ultimo giorno dell’anno…… Fortuna o no, aiuta il corpo a stare meglio, accontentiamoci 😀

Il cambio di stagione ti affatica? A tutta uva! ultima modifica: 2016-10-17T17:54:20+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *