Emorroidi: rimedi naturali e veloci

Le emorroidi sono una condizione anorettale molto comune (e molto fastidioso) che colpisce tantissime persone ogni anno, ma esistono rimedi naturali e veloci in grado di risolvere o alleviare il problema.

Spesso non sono mai condizioni temporanee, per questo è importante trovare rimedi in grado di risolvere definitivamente il problema, escludendo la chirurgia.

La maggior parte delle persone con emorroidi possono liberarsene cambiando la dieta, arricchendo l’apporto di fibre. Altri possono trovare sollievo anche solo assumendo integratori di erbe. Ma esistono anche rimedi naturali che puoi fare a casa senza ricorrere a chissà quali ingredienti.

Facciamo un passo indietro……

Cosa sono le emorroidi?

Iniziamo con il dire che nessun soggetto al mondo è immune dalle emorroidi, anche perchè sono cuscini di tessuto, ricchissimi di vasi sanguigni che si trovano nel retto, appena prima dell’ano, quindi TUTTI LE ABBIAMO.

Quando si dice “ho le emorroidi” in realtà si evidenzia l’infiammazione di questi cuscinetti, associati a prurito, dolore e sanguinamento. Ciò succede perchè durante il passaggio delle feci (particolarmente dure) i vasi sanguigni possono rompersi, causando dolore e infiammazione.

Esistono due tipi di emorroidi:

  • interne
  • esterne

Le emorroidi interne sono comuni, mentre le esterne sono meno frequenti. Quando si parla di emorroidi esterne si evidenzia come questi cuscinetti, che di norma rimangono all’interno del retto, possano fuoriuscire, creando un grumo attorno all’ano. Come puoi immaginare causando dolore e sanguinamento, soprattutto quando si sta seduti.

Le emorroidi sono classificate a gradi:

  • 1 grado: emorroidi leggermente infiammate.
  • 2 grado: emorroidi molto infiammate che possono uscire dall’ano durante il passaggio delle feci, che poi tornano al loro posto dopo qualche minuto/ora.
  • 3 grado: emorroidi che escono spesso dall’ano e che per rientrare hanno bisogno di operazioni manuali.
  • 4 grado: stato emorroidale dove rimangono sempre esterne all’ano e che non possono essere reinserite al loro naturale posto. In questi casi sono necessari interventi chirurgici per risolvere il problema.

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

Il sintomo più comune è il sanguinamento, seguito poi dal dolore durante il passaggio delle feci. Altri sintomi sono:

  • irritazione e prurito anale
  • perdita di feci
  • grumi attorno all’ano
  • sangue sulla carta igienica dopo la defecazione

Spesso i casi più gravi si presentano sotto forma di trombi (coaguli di sangue), che una volta “esauriti” tornano al loro posto, solitamente nell’arco di 2-3 settimane.

Nei casi più lievi le emorroidi come sono venute, se ne vanno. Senza la necessità di ricorrere ad interventi da parte di chirurghi i proctologi.

Quanto tempo durano le emorroidi?

I sintomi sono subito evidenti e spesso si ripresentano nell’arco del tempo. Quando i sintomi durano più di una settimana o due è meglio consultare un medico. A volte basta modificare la propria dieta o ricorrere a rimedi naturali contro le emorroidi per migliorare la situazione.

Quando è necessario consultare un medico?

Le emorroidi iniziano a creare problemi seri quando il dolore non è più gestibile o quando il disagio è talmente elevato da non sentirsi liberi di uscire a divertirsi. Per fortuna, con gli anni, si sono trovati rimedi naturali semplici e veloci in grado di eliminare le emorroidi.

Quali sono le cause delle emorroidi?

Essendo uno dei sintomi più comuni nel mondo, anche le cause delle emorroidi sono ormai definite e ben chiare. Ciò che causa le emorroidi è una degradazione dei tessuti di supporto dei cuscini anali, che di conseguenza ne provoca un decadimento verso il basso, soprattutto durante il passaggio delle feci.

Oltre a questo le principali cause sono:

  • essere sovrappeso
  • sollevamento continuo di oggetti pesanti
  • invecchiamento
  • gravidanza e parto
  • eredità (si, può essere anche colpa dei geni)
  • stipsi cronica o diarrea
  • funzionalità intestinali difettose
  • troppo tempo sul vater
  • aumento della pressione intra-addominale durante la gravidanza o nei casi peggiori di stitichezza

Oltre a questi, anche una dieta sbagliata può portare a problemi legati alle emorroidi. Cibi piccanti e alcol sono solo alcuni fatto determinanti.

Lavora sulla dieta

Come sempre l’alimentazione ricopre un ruolo fondamentale anche per la cura delle emorroidi. Oltre ad essere in assoluto il miglior rimedio naturale contro le emorroidi, una dieta ricca di fibre è anche un ottimo consiglio di vita.

Ciò che porta al formarsi delle emorroidi è senza dubbio la stitichezza o la consistenza troppo dura delle feci, l’apporto di fibre aiuta la regolarità intestinale. Una buona dieta richiede l’apporto di circa 30-35 grammi di fibre al giorno, prova a controllare se i cibi che assumi maggiormente ne contengono e in quali quantità.

I cibi più consigliati e ricche di fibre sono:

Gli studi clinici hanno dimostrato che una dieta ricca di fibre riduce sensibilmente i sintomi e il sanguinamento di oltre il 50%.

Bevi acqua. Un soggetto normale dovrebbe assumere circa 1.5lt di acqua al giorno. Oltre a regolarizzare l’intestino, l’acqua agisce da “ammorbidente” per le feci, aiutando ad alleviare i sintomi delle emorroidi. Non solo, anche la stitichezza è un segnale di disidratazione.

emorroidi rimedi naturali

Aggiungere alla propria dieta prodotti fermentati come:

  • kefir
  • yogurt fresco

possono migliorare sensibilmente le funzionalità del tuo sistema digestivo, grazie ai batteri sani che essi contengono. Alimenti fermentati e probiotici garantiscono al tuo intestino una miglior salute, modificano il pH intestinale e favoriscono la digestione.

Lascia perdere alcol e peperoncino. L’alcol favorisce la disidratazione poichè fa lavorare oltre il dovuto l’apparato digestivo, peggiorando i sintomi derivanti dalle emorroidi. Lo stesso vale per i cibi piccanti. Se sei un soggetto a rischio o portato ad avere emorroidi, limitane più che puoi.

Migliora le tue abitudini “in bagno”

L’alimentazione ricca di fibre non è l’unico rimedio naturale per risolvere il problema emorroidi. E’ necessario anche adottare modalità “igieniche” corrette per non aumentare il rischio di emorroidi.

Un eccessivo sforzo, oltre ad essere doloroso è anche un grandissimo fattore di rischio per le emorroidi.

Lascia stare il telefono o i giornali mentre sei sul water. Sappi che una seduta prolungata aumenta, e non di poco, la possibilità di avere le emorroidi. Se fino ad oggi sei sempre stato/a abituato/a a lunghe pause di riflessione in bagno, bene, è ora di accorciare al minimo i pensieri.

Una corretta igiene delle parti interessate è forse la cosa più importante che tu possa fare per risolvere velocemente il problema emorroidi. Soprattutto quando sei fuori casa per molto tempo è importante dotarsi di salviette detergenti naturali (senza alcol, ne sostanze chimiche). Basta anche acqua corrente e un’accurata asciugatura se non hai le salviette intime.

Per trovare relax e distendere la tensione muscolare puoi provare anche ad usare acqua tiepida per la detersione e i lavaggi.

Esistono altri rimedi naturali contro le emorroidi?

In commercio esistono tantissimi alimenti e integratori capaci di sfiammare le emorroidi. Quando scegli un integratore o inizi ad utilizzare oli essenziali è bene consultare il proprio medico, poichè, nonostante non abbiano quasi mai controindicazioni, è meglio non peggiorare la situazione.

Quando scegli un integratore o una crema contro le emorroidi, controlla che contenga:

Pungitopo: a differenza del suo nome, questo tipo di pianta è in grado di ridurre il gonfiore agendo sull’infiammazione e migliorando la resistenza delle vene.

Pycnogenol: è un estratto vegetale naturale proveniente dalla corteccia del pino marittimo che cresce lungo la costa sud-ovest della Francia e contiene una miscela unica e naturale di procianidine, bioflavonoidi e acidi fenolici, che offrono ampi benefici per la salute. Alcuni studi hanno dimostrato che assumere per via orale e topica integratori o creme contenenti procianidine può ridurre il gonfiore ed il dolore nell’arco delle 48h.

Ippocastano: l’ippocastano è comunemente usato per migliorare il flusso del sange all’interno dell’organismo. Grazie a queste sue qualità è in grado di favorire la microcircolazione, il flusso capillare e il tono vascolare, utili ad eliminare le emorroidi.

Amamelide: ne abbiamo già parlato in un precedente articolo di quante proprietà naturali e anti-infiammatorie contenga l’amamelide. Un’applicazione topica può ridurre e ammorbidire le emorroidi, riducendone l’infiammazione e il dolore.

Buccia di psillio: Lo psillio è costituito dai semi o dalla cuticola di Plantago psyllium. E’ riconosciuta come un incredibile fonte naturale di fibre pure, che spesso viene venduta in polvere. Le bucce di psillio, ricche di fibre vegetali, possono ridurre l’infiammazione e le emorragie, frequenti quando si va in bagno. Vengono considerate un lassativo naturale. Ma attenzione, se assumete lo psillio assicuratevi di bere molta acqua.

Un’altro dei rimedi naturali contro le emorroidi possono essere gli oli essenziali.

Grazie alle loro proprietà lenitive e curative, gli oli essenziali, possono ricoprire un ruolo molto importante tra i rimedi naturali veloci contro le emorroidi.

Olio essenziale di cipresso: l’uso di quest’olio regola l’afflusso di sangue favorendone la coagulazione. Questo è dovuto alle sue capacità astringenti. Non solo agisce sui vasi sanguigni, riduce l’ansia ed allevia il senso di stitichezza. Aggiungi ad un batuffolo di cotone 3-4 gocce di olio essenziale e applica dolcemente sulla zona interessata.

Olio essenziale di Helichrysum: Noto anche come “Semprevivo”, l’Elicriso (o Helichrysum italicum) è una pianta arbustiva tipica dell’Europa meridionale ed appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Il suo olio essenziale è famoso per aiutare e stimolare la secrezione dei succhi gastrici, necessari ad eliminare il cibo all’interno dell’intestino. Applicato localmente può aiutare a sfiammare le emorroidi. A differenza dell’olio essenziale di cipresso, l’helichrysum può essere applicato direttamente sulla zona da trattare con 2-3 gocce.

Rimedi naturali veloci

Se pensi che sia impossibile soffrire di emorroidi ti lasciano alcuni numeri….

  • sono 3 milioni gli italiani che ne soffrono.
  • il picco di emorroidi si ha tra i 45 e i 65 anni.
  • le donne hanno un maggiore rischio di averle, anche a causa della gravidanza

I rimedi naturali e veloci sulle emorroidi esistono, ma quando il caso è particolarmente grave, consulta un medico e se necessario una breve operazione chirurgica può essere la soluzione definitiva.

 
Emorroidi: rimedi naturali e veloci ultima modifica: 2017-10-05T17:06:35+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *