E tu, di che uovo sei?

No, non stiamo parlando di PokemonGo, e nemmeno del Tamagotchi ma delle uova prodotte dalle galline.

Lo sapevi che le uova non sono tutte uguali?

Eh si, esiste più di una componente in grado di influenzarne la qualità.
E’ sicuramente tra gli alimenti più comuni e consumati nella nostra cucina, anche i meno esperti nell’arte culinaria non fanno fatica ad immaginare gli svariati usi e preparati nel quali primeggiano le uova.

Organic brown eggs in a carton

Le uova sono quindi versatili, quasi onnipresenti e importantissime dal punto di vista nutrizionale ma quanti di voi le hanno mai scelte solo in base al prezzo?
Bene, non esiste cosa più sbagliata, soprattutto se si punta al ribasso. Per scegliere delle buone uova bisogna invece leggere i codici stampati sul guscio piuttosto che il prezzo o i colori sgargianti della confezione.

Le uova possono essere lette e scelte in base alle nostre esigenze.

Sul guscio di ogni uovo ritroviamo riportati in ordine: tipo di allevamento, paese di produzione, comune di produzione, provincia di produzione, codice allevamento.

maxresdefault (1)

Possiamo quindi scegliere di consumarle biologiche, a km zero o d’allevate all’aperto per esempio, tutte cose che possono essere intese immediatamente tramite tali codici piuttosto che per via delle diciture, spesso ingannevoli, delle confezioni.

Un esempio dei più emblematici è la dicitura “da allevamento a terra” che subito ci fa pensare a delle simpatiche e felici galline che scorrazzano libere nei prati. Non è assolutamente così, lo scoprirete più avanti.

Soffermiamoci quindi sul codice che riguarda il tipo d’allevamento, questo ci rivela se sono state allevate:

0 all’aperto, con vegetazione, mangime biologico, 1 gallina/10mq

1 all’aperto, con vegetazione, 1 gallina 2,5mq

2 a terra (capannone), 7-9 galline/1mq

3 in gabbia, 25 galline 1/mq.

5-Galline-Intensivo-Killia-CagliariSono sicuramente importantissime le iniziative di alcune catene di supermercati che rifiutano, per principio, la commercializzazione, a proprio marchio, di uova allevate in gabbia. Ancora meglio sarebbe da parte nostra evitare, oltre a quelle in gabbia, l’acquisto di quelle allevate a terra che, come abbiamo visto, non vuol dire allevamento all’aperto e secondo le esigenze degli animali.

Come potere immaginare una gallina sana, che quindi mangia sano e vive all’aperto e lontano da fonti di stress, depone uova sane. Tutto questo non può assolutamente avvenire in un capannone a densità 7-9 galline a mq, con costante illuminazione artificiale o peggio ancora in gabbia, stipate 25 galline per mq.

Vi pare una condizione degna?( tralasciando le altre situazioni indegne che queste galline sono costrette a vivere)

Se mangiare sano e vivere in maniera degna e senza stress aiuta la nostra vita e ci permette di fare meglio, pensate a quanto questo possa essere vero per gli animali che “producono” cibo.

Il biologico anche in questo caso risulta quindi una scelta non solo sana ma anche di cuore.

E tu, di che uovo sei? ultima modifica: 2016-08-09T19:39:46+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *