Dolcetto o scherzetto? Salute!

Avete passato un buon Halloween? Avete addobato per bene le vostre zucche?

Halloween non è solo una festa, ma è anche la possibilità di cibarsi di uno dei migliori alimenti di questo autunno che inizia a raffreddarci.

UN BREVE CENNO STORICO….

Non esiste una collocazione storica ben precisa della zucca, ma esistono prove della sua coltivazione tramite testimonianze EgizianeRomaneIndiane d’OrienteArabe e Africane. Furono ritrovati semi di zucca addirittura in America Centrale nel periodo che va dal 6000 al 7000 A.C. .

DELLA ZUCCA NON SI BUTTA VIA NIENTE

L’arancione che contraddistingue la zucca è sinonimo di carotenoidi, allenatore instancabile del nostro sistema immunitario, che raggiunge appunto la sua efficacia nei periodi autunnali. E’ stato addirittura il Ministero della Salute a consigliarne l’utilizzo durante l’inverno.

Nella medicina naturale vengono utilizzate tutte le parti della zucca. La polpa è un efficace aiuto per lenire e sfiammare, la buccia invece, può essere usata contro le piccole scottature. Mangiare regolarmente i semi può prevenire le disfunzioni urinarie. Grazie all’alto contenuto di fibre e di acqua, la zucca, può alleviare i disturbi legati a intestino e infiammazione alla prostata. Non dimentichiamo della buccia. Anch’essa può essere mangiata, i suoi nutrienti hanno capacità antibiotiche in grado di combattere funghi e batteri.

CONTIENE TANTISSIMO BETA-CAROTENE, MA CHE COS’E’ E A COSA SERVE?

Il beta-carotene è un pigmento naturale che dona il colore arancione alla zucca, così come alla carota e al tuorlo dell’uovo. Ne contiene molto di più rispetto alle carote. Oltre a riparare i tessuti, aiuta a mantenere la pelle giovane, protegge le ossa ed è un ottimo antiossidante.

Inserite nella vostra dieta la zucca per riattivare metabolismo, per combattere stipsi e ristagni, ma sopratutto per rinforzare il sistema immunitario.

LE PROPRIETÀ’ NUTRIZIONALI DELLA ZUCCA

La zucca è consigliato per il mantenimento della linea. Nonostante abbia un sapore dolce contiene pochissimi zuccheri. SOLO 2,5 g DI ZUCCHERI PER 100 g DI PRODOTTO. Non contiene grassi ed è ricchissima di acqua e fibre.

zucca-900x500-800x400

La pro-vitamina A e la vitamina T sono ottimi acceleratori del metabolismo, indispensabile per chi necessità di perdere peso.

FA BENE ANCHE CONTRO IL DIABETE

Essendo un alimento dolce è sempre bene informarsi sulle sue proprietà. Le fibre contenute nella polpa aiutano l’organismo a tenere sotto controllo i livelli glicemici, importante per chi soffre di diabete. Alcuni studi hanno dimostrato che le zucche hanno un’azione ipoglicemizzante con una riduzione significativa dei livelli di zucchero. Anche nei semi di zucca è stata rilevata una sostanza con un forte potenziale ipoglicemizzate, chiamato D-chiro-inositolo.

QUANTE VARIETÀ’ DI ZUCCA POSSIAMO GUSTARE?

In natura esistono tantissime varietà di zucca. Tutte queste tipologie sono inglobate nelle Cucurbitacee, famiglia in cui sono contenute anche le zucchine.

cucurbitacee

Le varietà di zucca più conosciute sono:

  • zucca a tromba, caratterizzata da una forma allungata che assomiglia ad una tromba, viene raccolta ancora non matura. Si contraddistingue rispetto alle altre per un livello maggiore di acqua, potassio e fosforo. Ha un bassissimo valore calorico;

zucca-tromba-dalbenga

  • zucca americana, è quella che tipicamente siamo abituati a vedere in tv e durante la festa di halloween;

zucca-americana

  • zucca cappello del prete, è una delle varietà più pregiate. Il suo nome è dovuto alla sua forma a turbante;

zucca-cappello-prete

  • zucca violina, è quella più ricca di betacarotene. Ricorda un violino, a questo deve il suo nome;

zucca-violina

  • zucca marina di Chioggia, spicca per il suo alto contenuto di fibre, ideale per creme e vellutate.

zucca_marina_chioggia

Come detto in precedenza ne potete trovare di tantissime varietà, non sorprendetevi troppo anche dei loro nomi.

COME RICONOSCERE E SCEGLIERE UNA ZUCCA DI QUALITÀ’?

Nella grande distribuzione non sempre si acquistano prodotti di qualità. Oltre a controllare la provenienza fate sempre attenzione alla sua maturazione. Un po’ come avviene per il cocomero, date piccole pacche alla sua superficie, se emette un suono sordo vuol dire che è un frutto maturo.

Quando la acquistate già tagliata fate attenzione al colore e alla sua data di confezionamento, e non fidatevi se non è umida e liscia.

QUANTO SI MANTIENE LA ZUCCA?

La zucca si mantiene nel frigorifero in contenitori ben sigillati per massimo una settimana. Passati troppi giorni il frutto inizia a degradarsi e a perdere le sue proprietà. Come vi consigliamo sempre, preferitele biologiche e magari del territorio italiano.

Per evitare virus e batteri preferitela cotta.

HAI VOGLIA DI UNO SNACK? AL POSTO DI UNA MERENDINA, MANGIA I SEMI DELLA ZUCCA

E’ vero, probabilmente non è come mangiare una merendina o dei succulenti biscotti. Ma sicuramente è più sano per te e per il tuo organismo. Tostarli in forno per pochi minuti li rende un ottimo spuntino ricco di magnesio e triptofano, precursore della seratonina.

QUALI PIATTI FARE CON LA ZUCCA?

Con la zucca si possono fare tantissimi piatti. Risotti, zuppe, drink, spuntini veloci, vellutate, insomma, per chi ha fantasia in cucina è una vera manna dal cielo.

risotto-alla-zucca

Preferite una bella centrifuga se volete depurarvi. L’estratto di zucca è utilissimo per le mucose intestinali. Se invece volete combattere i fastidiosi radicali liberi fatevi una bella vellutata. Se la vostra intenzione è quella di migliorare l’efficienza del vostro sistema immunitario fatevi un bel frullato, magari utilizzando latte di mandorla, che lo rende anche più digeribile e gustoso.

E POI ARRIVA HALLOWEEN….

Oltre ad utilizzarne la buccia per spaventose creazioni, consumatene a più non posso!

Dolcetto o scherzetto? Salute! ultima modifica: 2016-11-01T11:55:14+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *