Dieta della frutta? Attenzione ai pericoli

In questi mesi hai sentito parlare della dieta fruttariana o della dieta della frutta?

Non è una moda passeggera. Pare che anche Steve Jobs conducesse una dieta a base di frutta. Ma attenzione….. Quando Ashton Kutcher tentò di immedesimarsi nel ruolo di Jobs, seguì per qualche settimana la sua dieta, e sai come è finita? All’ospedale.

Questo è un breve riassunto di quello che una dieta della frutta o fruttariana, può provocare al nostro organismo. Pensi sia positivo? No, non è una dieta corretta. Cerchiamo di spiegarci meglio.

Chi è un fruttariano?

Il fruttariano è una persona che assume principalmente frutta, in alcuni casi è l’unico alimento presente della dieta. Già da questo, dovresti capire che è una dieta piuttosto estrema. Vivere di sola frutta, soprattutto se per un tempo continuativo, può significare perdere tantissimi nutrienti di cui il nostro organismo è ghiotto, necessari al corretto funzionamento del corpo.

Leggendo qua e là su internet, non troverai particolari controindicazioni scientifiche sulla dieta della frutta, ma il nostro consiglio è quello di non seguirla. Se vuoi metterti a dieta consulta un nutrizionista e segui un piano alimentare ben preciso. Anche se alcune diete della frutta comprendono anche le verdure, di norma, tutte le diete non comprendono carni animali. Ciò comporta ad una carenza di proteine e grassi notevole, soprattutto se la dieta si protrae per lungo tempo.

Pomodori, cetrioli, peperoni e zucchine sono incluse nelle diete fruttariane, così come gli avocado, forse l’unico alimento in grado di sostenere l’organismo per intero, grazie alla sua quantità di grassi e zuccheri. Ma ancora mancano dalla lista di una buona dieta tantissime vitamine e minerali.

Secondo alcuni medici è impossibile vivere di soli frutti. Un famoso medico britannico ha definito la dieta della frutta in questo modo:

“È praticamente impossibile ottenere tutti i nutrienti necessari da una dieta basata sulla frutta. Si perderebbero tutti  gli acidi grassi essenziali. Il più essenziale è il B12, che se assunto in poca quantità porta all’anemia. Carenze di calcio e ferro porterebbero a stanchezza cronica. Sareste esposti maggiormente all’osteoporosi. Le funzioni immunitarie sarebbero probabilmente compromesse” (l’articolo lo potete trovare qui)

Anche se non siamo nutrizionisti, la pensiamo esattamente come il dottore britannico. Una dieta che proibisce l’assunzione di determinati alimenti non può far bene, a meno che non si parli di bevande grasse, patatine e snack.

Oltre al povero Kutcher, un po’ troppo immedesimato nel personaggio, sono tanti i casi di mal nutrizione dovuti alla dieta della frutta. Oltre a squilibrare ogni livello glicemico, l’organismo, raggiunto il limite è ovvio che si ribella. Non è questione di perdere peso, ma questione di salute.

Le diete vegane e fruttariane hanno alcune similitudini interessanti.

Quale dieta è la più corretta, vegana o fruttariana?

Entrambe le diete sono una sottoforma di dieta vegetariana. Vegani e fruttariani limitano la propria dieta in funzione della NON assunzione di carne o derivati animali. Ma attenzione. I vegani hanno un’alimentazione e un range di prodotti molto maggiore rispetto ad un fruttariano. I vegani evitano formaggi, latte e carne, ma sostituiscono questi alimenti con verdura e cereali, che contengono un’alta percentuale di proteine.

Un fruttariano che rispetta la dieta al 100%, non inserisce nell’alimentazione quasi nessuna proteina in grado di soddisfare il proprio corpo.

Fatte queste considerazioni il vegano riesce a soddisfare il proprio organismo in maniera completa, mentre il fruttariano, a lungo andare, soffrirà la mancanza di proteine.
Quale dieta è la più corretta, vegana o fruttariana?

 

Quanta frutta si può mangiare in un giorno?

Secondo alcuni studi recenti, una persona adulta dovrebbe assumere dai 2 ai 4 frutti al giorno. Oppure sostituire i frutti con i succhi, ma 100% puri. (non le schifezze che si acquistano ai supermercati pieni di zuccheri e poverissimi di frutta)

Un fruttariano assume molta più frutta, anche perchè la sua dieta non permette altro.

Per una corretta digestione e alimentazione la frutta non andrebbe mischiata. Ma poi si sa, quando arriva l’estate e la frutta fresca diventa un vero toccasana, beh, nessuno si fa problemi.

Ma attenzione, secondo i nutrizionisti, ci sono frutti raccomandati per ciascun orario della giornata.

I frutti sempre consentiti sono:

Banana
Succo di limone
Avocado (solo se completamente maturo)
Noce di cocco
Olive (senza sostanze chimiche)
Nocciole, mandorle e pinoli

 

Noi non ci fidiamo troppo di queste linee guida, ma anche la frutta fa ingrassare e non bisogna esagerare.

Perchè si segue la dieta della frutta?

Principalmente si segue questo tipo di dieta perchè:

  • aiuta a perdere peso velocemente
  • disintossica il corpo
  • non è necessario cucinare
  • la morale, non si sfrutta la terra ne gli animali
  • non sfrutti l’ambiente

A parte la morale e la questione ambientale, una dieta a base di frutta fa male all’organismo.

Vediamo quali sono le principali controindicazioni della dieta della frutta

Mangiare frutta ha alcuni lati positivi, come l’assunzione di tantissimi antiossidanti, vitamine e beta carotene, aiuto efficace contro il buon umore. Tuttavia, le controindicazioni sono di molto superiori agli effetti benefici che una dieta a base di frutta possono apportare al corpo.

Ecco alcuni rischi della dieta della frutta:

1. Aumenta il rischio di prender peso

E’ vero, mangiare solo frutta per qualche giorno porta a perder peso, ma cosa succede quando la dieta finisce? La mancanza di nutrienti porta il corpo ad essere ingordo, e nel momento in cui riprendiamo una dieta regolare, l’aumento di peso è maggiore rispetto alla perdita di peso. Un altro problema è lo zucchero. La frutta contiene zucchero, molto zucchero, anche per questo non si dovrebbe esagerare.

2. Mancanza di proteine

Come dicevamo prima, una delle mancanze più importanti è relativo alle proteine. Le proteine contengono amminoacidi, elementi che costruiscono il nostro corpo, lo alimentano e lo rendono sano. Pelle, capelli, unghie e sangue sono solo alcuni di tutti i consumatori di amminoacidi dell’organismo.

Le proteine sono contenute in carne, frutta con il guscio, semi, fagioli o prodotti come formaggi e latte. Anche i cereali contengono proteine, come grano, quinoa e orzo.

3. Mancanza di grassi sani

I grassi buoni, come gli omega-3, sono fondamentali per un corretto funzionamento dell’organismo.

4. Deficit nutrizionali

Non solo proteine e grassi sani vengono a mancare nelle diete fruttariane. Anche vitamine e minerali come calcio, ferro, zinco, vitamina D e vitamine del gruppo B, sono pressochè nulle in questo regime alimentare.

Tutte sostanze nutritive fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo. Un basso apporto di vitamina D sono spesso associati ad obesità, cancro al seno, al colon, alla prostata, ad alta pressione e depressione.

Ma sarebbero tanti altri i pericoli che si corrono seguendo un’alimentazione sregolata fatta solo di frutta.

5. Attenzione al diabete

Lo zucchero. L’elemento che accomuna tutti i frutti. Anche se sono zuccheri naturali, i diabetici dovrebbero evitare qualsiasi dieta di questo tipo.

6. Aumento della probabilità delle carie

Sempre a causa dello zucchero, anche i denti potrebbero non godere di ottima salute. Ma non solo. Gli acidi contenuti nella frutta possono rovinare lo smalto e causare grossi problemi alla bocca.

attenzione alla dieta della frutta

Conclusioni

L’immagine sopra dovrebbe bastare a conclusione di questo articolo ma…..

A parte gli scherzi, se volete provare una nuova dieta, consultate un nutrizionista. Ogni persona reagisce diversamente alla dieta, ciò che fa dimagrire qualcuno, potrebbe far ingrassare qualcun altro. E non fidarti mai di internet, fidati dei medici e di chi ne capisce qualcosa in più su alimentazione e salute.

Dieta della frutta? Attenzione ai pericoli ultima modifica: 2017-08-25T09:54:28+00:00 da facciamolobio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *